12
Ott

Comfort in casa: ecco cosa vogliono gli italiani

Secondo i dati “Doxa” raccolti dall’Osservatorio Nazionale sulla Casa, per il 94% degli italiani la casa rappresenta un rifugio dal mondo esterno. Ma non solo. I risultati di ciò che emerso dallo studio volto a monitorare gli stili abitativi degli italiani, hanno evidenziato come avviene la scelta della casa, come ci vivono e come vorrebbero cambiarla.

L’indagine, condotta su un campione di 1.500 individui rappresentativo della popolazione italiana, è stata sviluppata a partire dalla definizione di 5 pilastri, ovvero 5 aspetti su cui si concentra l’attenzione quando si parla di “casa ideale”: la casa attenta alla salute, la casa comoda da vivere, la casa che fa risparmiare, la casa rispettosa dell’ambiente e la casa smart. Solo il 25% degli intervistati si dichiara soddisfatto della propria abitazione.

Tra le maggiori preoccupazioni sulla salubrità della propria casa ci sono l’inquinamento dell’aria interna e l’inquinamento acustico. Se il 72% degli intervistati dichiara di aver installato i doppi vetri come strumento di difesa, solo l’11% è intervenuto anche con lavori sulla struttura della casa, quali l’isolamento delle pareti perimetrali, del tetto e dei pavimenti.

Sorprende come solo il 24% degli intervistati considera l’efficienza energetica legata all’isolamento termico un fattore primario nella scelta dell’abitazione. Eppure l’impatto economico dei costi legati al riscaldamento e al raffrescamento della propria casa è più che noto.

Bassi i coefficienti legati al tema dell’ecosostenibilità: solo il 21% è soddisfatto della qualità dei materiali di costruzione della propria casa e solo il 15% ha installato pannelli fotovoltaici sulla propria abitazione (o è in procinto di farlo). Di fatto, appare chiaro che l’Italiano non è interessato al tema in assoluto, ma solo in funzione del proprio benessere.